Europee 2009. Per la Democrazia.

Per una lista unica della sinistra

Per le europee due spunti di riflessione

leave a comment »

di Tiziano Rinaldini

Se l’appello («Per una lista unica della sinistra alle europee») si configurasse come una richiesta di sconfessione da parte delle varie formazioni politiche alla sinistra del Pd rispetto alle decisioni di fondo che hanno assunto dopo la sconfitta della Sinistra Arcobaleno, o come una presa di posizione per una parte contro l’altra, la sua inefficacia sarebbe scontata. Vorrei tentare di contribuire a evitare che le risposte all’appello (o peggio tentazioni a ignorarlo) assumessero come riferimento (pro o contro) questa interprestazione di comodo, anzitutto poiché mi pare evidente che non corrisponde né alla lettera né allo spirito dell’appello. Vorrei favorire una riflessione adeguata alla piena assunzione di responsabilità per le scelte a cui i soggetti politici interessati perverranno.

Non vedo oggi i presupposti per un nuovo soggetto politico unitario di sinistra. Continuo a pensare che questo sia il problema e con questo occorra misurarci, ma sono consapevole che la questione non è calendarizzabile sulla base degli appuntamenti elettorali. Non si tratta solo delle difficoltà riferite ai richiami identitari delle esperienze del passato, ma anche alla difficoltà oggi a ricostruire un’analisi, un pensiero, un’idea di soggetto politico e un’azione fondante che non sia una contingente (anche necessaria) convergenza o una sommatoria di culture e azioni oppositive (anche questa necessaria).

Il senso che io colgo dall’appello è un altro e lo riferisco a due punti di riflessione.

Il primo è che gli svolgimenti di questo ultimo periodo ci mettono di fronte a una crisi straordinaria con non prevedibili sviluppi e con gravissime conseguenze sociali, all’interno della quale si è determinato un esplicito attacco alla democrazia nel nostro paese. Mi pare anche evidente la difficoltà a ricostruire adeguata consapevolezza. E’ accaduto un fatto enorme: l’accordo separato sulla struttura della contrattazione collettiva contro la maggiore organizzazione sindacale e l’espropriazione dei diretti interessati (i lavoratori e le lavoratrici) dalla possibilità di decidere, a cui si sta aggiungendo l’attacco al diritto di sciopero. Non ho l’impressione che la reazione politica sia stata all’altezza, anche a sinistra.

Il secondo punto di riflessione assume un dato di realtà sul rapporto tra questa situazione e le elezioni europee: una vasta area di coloro che vorrebbero segnare col voto la propria volontà di sinistra, non si riconosce e non vuole riconoscersi nelle diverse formazioni politiche esistenti. In questa area vi sono motivazioni diverse che allo stato attuale non configurano un insieme omogeneo, ma sono unificate nel non accettare per sé le discriminanti su cui oggi ci si divide a livello di forze politiche in concorrenza fra di loro. Non credo sia giusto e ragionevole, di fronte alla crisi della democrazia prima richiamata in elezioni come quelle europee costringere ognuno a dare il proprio voto a questa o quella formazione politica in concorrenza con l’altra, anzi contro l’altra.

Non c’è solo quindi il rischio di un risultato che, con lo sbarramento del 4%, non consenta una rappresentanza di sinistra in Europa, ma anche quello di un risultato che comunque verrebbe oggettivamente utilizzato per rafforzare discriminanti di divisione non condivise da una parte grande degli elettori. Esistono quindi molti elementi che dovrebbero aiutare a una seria riflessione sull’occasione fornita dall’appello per un’unica lista di sinistra alle elezioni europee tenendo anche conto che su molte questioni di contenuto di grande importanza pare indiscutibile la possibilità di una condivisione unitaria (lo testimonia ad esempio l’ampiezza delle adesioni al recente documento «Ritorno al futuro» ).

dal Manifesto del 1 Marzo 2009

Annunci

Written by perlademocrazia

3 marzo 2009 a 09:17

Pubblicato su Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: