Europee 2009. Per la Democrazia.

Per una lista unica della sinistra

Archive for febbraio 2009

Sabato 7 marzo, assemblea nazionale a Firenze

with 7 comments

I 1000 firmatari dell’appello “Per una lista unica della sinistra” alle elezioni europee si incontrano a Firenze sabato 7 marzo e invitano a discutere i partiti e le forze della sinistra.

Per aderire all’assemblea >>> Verrò a Firenze <<<

Per firmare l’appello >>> Sottoscrivo l’appello <<<

L’appuntamento è per sabato 7 marzo, dalle 9.30 alle 17, a Firenze, alla Casa del popolo di Via San Bartolo a Cintoia 95, una sala da 400 posti che darà spazio alle voci che chiedono ai partiti e alle forze della sinistra di fare un passo indietro e di costruire una lista unica che esprima un ampio arco di forze e movimenti della società civile.

L’appello “Per una lista unica della sinistra” ha raccolto finora 1000 adesioni, ha un sito che si riempie di contenuti (www.perleeuropee.wordpress.com) e ha promosso un’intensa discussione in rete. Ad aderire sono elettrici ed elettori delusi della sinistra, esponenti del sindacato, attivisti di associazioni e movimenti, di gruppi ambientalisti e per i diritti civili, studenti e professori, alcuni “nomi noti” che hanno avuto responsabilità politiche nei partiti della sinistra, amministratori locali e iscritti a tutti i partiti della sinistra. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by perlademocrazia

26 febbraio 2009 at 08:54

Pubblicato su Uncategorized

Dieci mosse per la sinistra alle europee come la sinistra potrebbe ridarsi una forma e riprendere voti

with 3 comments

Pochi giorni prima dell’appello, il 5 febbraio, era uscito sul Manifesto questo articolo a firma di Giulio Marcon e Mario Pianta. Ve lo riproponiamo.

Le disgrazie non vengono mai sole, lo sappiamo. Ad aprile scorso la vittoria di Berlusconi e la completa sconfitta delle forze politiche di sinistra. A settembre la crisi finanziaria che apre la più grave recessione mondiale da settant’anni. Proprio quando più è necessaria una politica capace di governare la crisi, i vertici delle piccole formazioni di sinistra – nel frattempo divise in ogni possibile frazione – prospettano di presentarsi alle elezioni europee di giugno con tre o quattro liste diverse, sicure di non superare la soglia di sbarramento al 4% imposta dal governo e da Veltroni. Leggi il seguito di questo post »

Written by perlademocrazia

25 febbraio 2009 at 15:11

Pubblicato su Uncategorized

Il senso e il perché di un appello.

with 4 comments

di Luigi Ferrajoli

La cosa più sconfortante, per una persona di sinistra che segue le vicende politiche solo sui giornali, è che nel momento di massima crisi nella storia della repubblica – la crisi della democrazia intrecciata in maniera perversa con la crisi economica e sociale – le forze politiche escluse dal Parlamento da cui vorrebbe sentirsi rappresentata siano capaci soltanto di dividersi e di litigare su questioni che nulla hanno a che fare con le emergenze in atto: con il razzismo seminato quotidianamente nella società dai media e da leggi discriminatorie; con la precarizzazione non più solo del lavoro, ma della vita di milioni di persone; con la crisi della legalità repubblicana e con l’attacco alla Costituzione da parte della maggioranza di governo; con la regressione nel senso comune dei valori dell’uguaglianza, della laicità e della dignità della persona; con la crisi di consenso e di rappresentatività, perfino nel mondo del lavoro, dei partiti di opposizione all’egemonia berlusconiana. Su nessuna di queste questioni le forze politiche alla sinistra del Partito democratico sembrano seriamente divise. Le divisioni e la disgregazione riguardano soprattutto i simboli e le ascendenze da esse rivendicate. Leggi il seguito di questo post »

Written by perlademocrazia

24 febbraio 2009 at 15:29

Pubblicato su Uncategorized

Nuove energie per le elezioni europee

with 3 comments

Ecco, sul tema delle europee, le proposte di Giorgio Parisi. Dal Manifesto del 22 novembre 2008

di Giorgio Parisi

Giorni fa Marco d’Eramo scriveva su questo giornale che Obama si è aggiudicato le elezioni presidenziali quando è riuscito a convincere gli elettori che il cambiamento, il futuro, stavano dalla sua parte. La sua stessa candidatura era di per sé il simbolo del cambiamento. Su queste basi è riuscito a costituire un movimento di milioni di persone, che si sono mobilitate, anche contribuendo finanziariamente alla campagna elettorate. Invece la nostra sinistra dà un’idea di vecchio, di ripetitivo, mentre un partito autoritario come Forza Italia non ha perso l’attrazione del nuovo. Per tornare a parlare con il paese, per tornare a vincere, la sinistra deve comunicare un forte segnale di discontinuità con le pratiche politiche del passato, e incominciare a sperimentare un modo diverso di fare politica, al di là delle attuali divisioni. Leggi il seguito di questo post »

Written by perlademocrazia

24 febbraio 2009 at 15:23

Pubblicato su Uncategorized

Appello “Per una lista unica della sinistra”, a che punto siamo.

with 3 comments

di Luigi Ferrajoli, Pino Ferraris, Giulio Marcon, Mario Pianta

L’appello “Per una lista unica della sinistra” ha raccolto finora (martedi 24 febbraio, ore 11) 650 adesioni (all’indirizzo qui linkato), ha promosso una discussione sul nuovo sito dell’appello (www.perleeuropee.wordpress.com) e ha ricevuto i 180 commenti sul sito del manifesto che leggiamo qui accanto.

La richiesta ai partiti della sinistra di fare un passo indietro e di lasciare spazio a una lista unica che esprima un ampio arco di forze e movimenti della società civile sta crescendo con un passaparola tra cittadini e militanti, lontano dai clamori dei media. Nei messaggi di adesione che i promotori hanno ricevuto si trova la consapevolezza della gravità della situazione del paese, la minaccia alla democrazia, il pesante attacco al lavoro e ai diritti sindacali, la necessità di una nuova partecipazione politica, la spinta che viene da esperienze dal basso. Ad aderire sono persone comuni, elettori delusi della sinistra, esponenti del sindacato, attivisti di associazioni e movimenti, studenti e professori, e una manciata di “nomi noti” che hanno avuto responsabilità politiche nei partiti della sinistra. Leggi il seguito di questo post »

Written by perlademocrazia

24 febbraio 2009 at 13:09

Pubblicato su Uncategorized